Forni a rulli con bruciatori rigenerativi

 

    

 

Forno tipo tunnel a rulli completo di bancale di carico e scarico

 

CLASSIFICAZIONE IMPIANTO

 

Il forno si classifica come “forno di trattamento in nero a rulli metallici a passaggio adatto alla solubilizzazione di tubi acciaio inossidabile e leghe di nichel“da 3000 kg/h

Il carico e lo scarico del materiale in riscaldo avviene per mezzo di bancali

La costruzione del forno è completamente prefabbricata.

I rivestimenti termici della suola , delle pareti e della volta sono in esecuzione monolitica.

L’apporto della potenza termica riscaldante avviene mediante bruciatori rigenerativi ,con sistema di accensione ad impulsi disposti con asse orizzontale

La camera del forno è suddivisa in quattro zone termiche ognuna dotata di proprio controllo automatico della temperatura.

La potenza termica è opportunamente ripartita tra le zone per ottenere con una produzione oraria di 3.000 kg una temperatura nella quarta zona di 1200°c

L’aria di combustione è prodotta da un elettroventilatore centrifugo

I gas di scarico della combustione aspirati da un apposito ventilatore , dopo essere passati attraverso il letto di palline ceramiche dei generatori, sono espulsi all’esterno del capannone attraverso un apposito camino  .

 

BRUCIATORI

Tipo rigenerativo

N°bruciatori forniti 25 coppie

Funzionamento e applicazioni

Questo sistema di condotta permette di ottenere rispetto ad un buon impianto tradizionale un risparmio energetico pari al 50%

I bruciatori funzionano in coppia in tal modo che mentre uno sta bruciando gas , l’altro aspira gas di combustione attraverso un letto ceramico , formato da sfere di alta allumina.

Passato il tempo di aspirazione , approssimativamente di 60” , si invertono le funzioni e quello che prima aspirava ora brucia gas e viceversa

L’aria necessaria alla combustione ,passando attraverso il letto delle sfere riscaldato , raggiunge una temperatura di circa 100°C inferiore di quella dell’atmosfera del forno.

I gas di scarico della combustione , aspirati da un apposito ventilatore , dopo aver ceduto calore passando attraverso il letto delle sfere ceramiche , vengono espulsi all’esterno del capannone da un apposito camino ad una temperatura di circa 200°C.

Uno strumento regolatore controlla la temperatura della zona agendo su dei attuatori pneumatici dell’aria comburente e dei fumi della combustione , che debitamente tarati mantengono proporzionale la quantità di aria immessa e la quantità dei gas della combustione estratti , mantenendo cosi una corretta pressione all’interno della camera del forno.

PARTICOLARE ALLOGGIAMENTO E FISSAGGIO RULLI

Per ridurre la temperatura che il rullo può trasmettere agli organi di movimentazione montati alle estremità dello stesso, causando una riduzione vitalizia di guarnizioni ,cuscinetti e bronzine, viene montato un sistema di raffreddamento utilizzando parte dell’aria comburente dei bruciatori prodotta dall’apposito elettroventilatore centrifugo