BRUCIATORE RIGENERATIVO

A FIAMMA LUNGA BRRHVO-1000

 

 

 

 

                  

                 

 

 

            

 

                     bruciatore rigenerativi BRRHVO-1000   

 

 

 

 

Bruciatore ad alto rendimento energetico, ad alte velocità

Adatto per operare su forni di riscaldo con temperature max di 1350°C.

 

Il bruciatore rigenerativo BRRHVO, grazie ad una completa valorizzazione del contenuto energetico del combustibile che alimenta i forni (attraverso una combustione completa dello stesso ed un contemporaneo sistema di recupero di calore) permettono di incrementare notevolmente l’efficienza di combustione.

Nei processi di fusione di metalli ossidabili come l’alluminio la riduzione di gas incombusti all’interno del forno diminuisce i fenomeni di ossidazione, massificazione del metallo e produzione di scorie. 

 

INDICE

 

PARAGRAFO

DESCRIZIONE

PAGINA

1

SICUREZZA

4

2

APPLICAZIONE

4

3

CARATTERISTICHE

5

4

DESCRIZIONE

5

5

PARAMETRI

6

6

PRESTAZIONI

7

7

SCHEMA FUNZIONALE

8

8

INSTALLAZIONE

9

9

ACCENSIONE-TARATURA

10

10

AVVERTENZE

10

11

DICHIARAZIONE DI INCORPORAZIONE

12

12

SMALTIMENTO

13

13

MANUTENZIONE ORDINARIA

13

14

MANUTENZIONE STRAORDINARIA

13

15

NOTE GENERALI

14

16

PIANO DI MANUTENZIONE

15

17

DIMENSIONI INGOMBRO

16

18

PARTICOLARI SIGLA ORDINAZIONE

17

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1.        SICUREZZA

 

1.1  Prima del montaggio e dell’uso leggere attentamente le seguenti istruzioni.

1.2  Dopo l’installazione dare le istruzioni al gestore dell’impianto.

1.3  Il presente bruciatore deve essere installato e messo in funzione secondo le disposizioni in vigore.

1.4  Tutti gli interventi devono essere effettuati da personale esperto e qualificato in gas, i lavori elettrici devono essere eseguito solo ed esclusivamente da elettricisti qualificati ed esperti.

1.5  È vietata qualsiasi modifica tecnica, utilizzare solo ed esclusivamente pezzi di ricambio originali.

1.6  Non si risponde di danni causati da inosservanza delle presenti istruzioni e da utilizzo inappropriato.

1.7  Quando si riceve il materiale fornito comuncare subito eventuali danni da trasporto.

1.8  Stoccare il prodotto in un luogo asciutto a temperatura ambiente.

 

 

 

2.       APPLICAZIONE

 

 

2.1  Il bruciatore BRRHVO per poter soddisfare a pieno le proprie caratteristiche deve operare con funzione intermittente, con  potenzialità non inferiore all’20% da quella di targa.

2.2  Il bruciatore BRRHVO può essere applicato al forno in modo orizzontale.

2.3  Il bruciatore BRRHVO è applicabile su tutte le tipologie di forni, con rivestimenti in fibra ceramica o refrattario, di riscaldo e trattamento termico, a carro, suola fissa, a tunnel, funzionamento continuo o discontinuo.

 

 

            

    

3.       CARATTERISTICHE

 

 

3.1             GENERALI

 

MODELLO

 

POTENZA

KW/h

COMBUSTIBILE

SISTEMA

ACCENSIONE

SISTEMA

RILEVAZIONE

BRRHVO1000

1000

CH4

GPL

pilota

Fotocellula

 

                    

 

 

3.2             TIPO MATERIALI

 

 

CARCASSA

Acciaio al carbonio

REFRATTARIO

Baxovibro LB QH

CANOTTO GAS

AISI 310S

TESTA BRUCIATORE

Alluminio

 

              TABELLA BRRHVO-2

 

 

 

 

4.       DESCRIZIONE

 

4.1  I bruciatori BRRHVO funzionano in coppia in tal modo che mentre uno sta bruciando gas, l’altro aspira i gas della combustione attraverso un letto ceramico, formato da alveoli ceramici.

Passato il tempo di accensione, approssimativamente di 60 secondi, si invertono le funzioni, quello che prima aspirava i gas della combustione ora brucia gas e viceversa quello che bruciava gas ora aspira i gas della combustione, l’aria necessaria alla combustione, generata da un apposito ventilatore, passando attraverso il letto di sfere riscaldato, raggiunge una temperatura di circa 100°C inferiore di quello dell’atmosfera del forno, i gas della combustione aspirati da un apposito ventilatore, dopo aver ceduto calore passando attraverso il letto di sfere ceramiche devono essere espulsi all’esterno del capannone con un apposito camino.

4.2  La scelta dei materiali utilizzati è stata effettuata in base alle prestazioni e luogo di installazione, garantendone l’integrità e durata nel tempo, il refrattario, assicura un ottimo isolamento termico della carcassa.

4.3  Questo tipo di bruciatore può operare fino ad una temperatura del forno di 1300°C in condizione di riscaldo diretto.

4.4  L’alimentazione del combustibile e del comburente sono separati,  la miscelazione viene effettuata al nozzolo impedendone cosi il ritorno di fiamma.

4.5  I bruciatori BRRHVO sono completi di elettrodo di accensione, occhio spia, fotocellula e contropiastra di fissaggio al forno.

4.6  Il bruciatore pilota integrato si accende mediante una scarica elettrica ad alta tensione realizzata da un apposito elettrodo che funzionerà anche da rilevatore fiamma, con rilevazione fiamma pilota presente vengono aperte le eletrovalvole aria comburente e gas del bruciatore generale, la fiamma pilota innesca l’accensione del bruciatore generale, una fotocellula a UV controlla la presenza fiamma mantenendo lo stesso in funzione per tutto il tempo di marcia richiesto, con mancanza di rilevazione fiamma il bruciatore viene spento chiudendo le rispettive valvole del gas e dell’aria comburente.

4.7    il sistema di controllo fiamma è fortemente raccomandato in tutti gli impianti al di sotto della temperatura di autoaccensione (750°C) normativa UNI EN 746-2.

4.8  Si suggerisce di utilizzare il bruciatore nel tipo funzione on/off.

4.9  PERICOLO DI USTIONI i gas di scarico in uscita e i componenti del bruciatore sono caldi.

 

 

5.       PARAMETRI

 

 

Tipo

BRRHVO

Max potenzialità KW/h

1000

Combustibile

CH4-GPL

Max temperatura forno °C

1400

Pressione Gas mBar

120

Pressione aria comburente mBar

60

Rapporto di portata fiamma stabile

1-5

Temperatura aria comburente preriscaldata fino a °C

1150

Attacco combustibile generale

2”

Attacco aria comburente generale

DN150

Attacco combustibile pilota

¼”

Attacco comburente pilota

¾”

Max portata combustibile (Nm3/h)

CH4   200

GPL    70

Max portata aria comburente (Nm3/h) con rapporto metano/aria 1/12

2000

          


 

 

6.       PRESTAZIONI

                                 

TABELLA BRRHVO-4

 

                                 

TABELLA BRRHVO-5

 

 

 

       

7.       SCHEMA FUNZIONALE

 

          TABELLA BRRHVO-6

 

 

8.       INSTALLAZIONE

 

Per l’installazione seguire scrupolosamente le seguenti istruzioni

8.1        Posizionare i bruciatori lontano da fonti di calore, liquidi corrosivi o gas.

8.2        Verificare che il bruciatore e i relativi attacchi e alimentazioni, non interferiscano con il lay-out del forno.

8.3        Saldare la contropiastra sulla carpenteria del forno, rispettando gli ingombri e interassi delle alimentazioni.

8.4        Assemblare il cono del bruciatore alla carcassa interponendo tra le flange la guarnizione in materiale fibroceramico, bloccare le flange con viti dadi e relative rosette.

8.5        Inserire il bruciatore pilota nella carcassa interponendo tra le flange la guarnizione, fissare il bruciatore alla carcassa con le viti e relative rosette.

8.6        Collegare le alimentazioni aria comburente e gas, utilizzando giunti dilatazione possibilmente in AISI.

8.7        Collegare la flangia aria comburente /evacuazione fumi, alla tubazione a valle delle valvole di scambio aria/ fumi di aspirazione, la tubazione di aspirazione fumi deve essere in AISI e coibentata con uno spessore di fibra ceramica non inferiore a 75mm.

8.8        Collegare l’elettrodo di accensione, con cavo specifico per alta tensione  non schermato, il trasformatore di accensione deve essere posizionato nelle vicinanze del bruciatore, il cavo di alta tensione deve essere posizionato lontano da cavi di alimentazione e fonti di calore, consultare sempre comunque la scheda tecnica dei trasformatori di accensione.

8.9        Collegare elettricamente la fotocellula di rilevazione fiamma, posizionando il cavo lontano da fonti di calore e dal cavo di alta tensione della scarica elettrica di accensione.

8.10     Collegare il corpo del bruciatore e tutti i componenti metallici connessi  alla messa a terra dell’impianto utilizzando conduttori adeguati.

8.11     Dall’interno della camera di combustione sigillare con del materassino in fibra ceramica le fessure tra la parete e il cono refrattario bruciatore.

8.12     Verificare che i collegamenti siano a tenuta di gas.

8.13     PERICOLO di morte, togliere la tensione delle linee elettriche prima di intervenire sulle parti collegate alla corrente.

8.14     Per i conduttore di accensione e di ionizzazione utilizzare cavi ad alta tensione non schermati.

8.15     Sul cablaggio dei conduttori di ionizzazione e di accensione consultare le istruzioni per l’uso e lo schema di collegamento dell’apparecchiatura di controllo fiamma e del trasformatore di accensione.

8.16     Si consiglia di utilizzare un trasformatore di accensione > 7,5Kw,  > 12mA.

8.17     AVVERTENZA alta tensione pericolo fissare al conduttore di accensione un avviso di alta tensione.

 

     

                          

 

9.       ACCENSIONE E TARATURA

 

PERICOLO: Queste operazioni devono essere eseguite da personale tecnico esperto e autorizzato, l’inosservanza delle istruzioni può generare  condizioni di pericolo.

 

9.1        Per la regolazione e messa in servizio del bruciatore accordarsi con l’utilizzatore o l’esecutore dell’impianto.

9.2        Controllare l’intero impianto, gli apparecchi inseriti a monte  e i collegamenti elettrici.

9.3        Attenersi alle istruzioni relative alle singole valvole.

9.4        PERICOLO DI ESPLOSIONE: All’accensione del bruciatore attenersi alle misure precauzionali!

9.5        PERICOLO DI ESPLOSIONE: durante il riempimento di gas della conduttura del bruciatore, usare la dovuta cautela e farlo sfiatare all’aperto, dove non ci siano pericoli di sorta, non convogliare i volumi di gas di prova nel forno.

9.6        PERICOLO DI INTOSSICAZIONE: Aprire l’alimentazione del gas e dell’aria di combustione in modo che il bruciatore funzioni sempre con un eccesso d’aria, in caso contrario si ha formazione di CO nel forno, il monossido di carbonio è inodore ed è tossico, effettuare le analisi dei gas di scarico della combustione.

9.7        Prima di ogni tentativo di accensione effettuare il prelavaggio del forno con una quantità di aria almeno di 5 volte il volume del forno. 

9.8        Regolare la pressione del gas ai valori di range ammessi, agendo sull’apposito riduttore o stabilizzatore di pressione.

9.9        Regolare la pressione dell’aria comburente ai valori di range ammessi, agendo sull’apposito stabilizzatore di pressione.

9.10     Regolare e verificarne il funzionamento corretto dei dispositivi di sicurezza dell’impianto di combustione, tipo valvole di sfiato, valvole di massima pressione, valvole di blocco, pressostati, controlli tenuta valvole e sovratemperatura di sicurezza.

9.11     Attivare il dispositivo di controllo del bruciatore eseguendo alcuni tentativi di accensione, fino all’accensione dello stesso,  durante la fase di tentativo di accensione partire con le valvole di regolazione dell’aria parzialmente aperta e del gas totalmente chiusa, aprire lentamente la valvola del gas fino all’accensione del bruciatore, una volta acceso, effettuare la taratura dello stesso facendo riferimento ai valori indicati dalla tabella (BRRFP-1500-1).

9.12     Eseguire ripetuti tentativi di accensione per verificarne l’affidabilità di funzionamento.

 

10.  AVVERTENZE

 

10.1     L’operatore deve indossare tutti gli indumenti necessari e adeguati: tuta, casco, scarpe, occhiali, guanti ecc. rispettando le norme generali di sicurezza e prevenzione rischi.

10.2     Tutte le operazioni di installazione, taratura, manutenzione devono essere effettuate da personale qualificato, nel rispetto delle normative vigenti nel momento e luogo di installazione.

10.3     Durante la fase di marcia o accensione bruciatore per evitare rischi di folgorazione o di ustione, l’operatore non deve in nessun caso venire a contatto con lo stesso o con relativi dispositivi di controllo, tutte le operazioni di manutenzione sia ordinaria che straordinaria devono avvenire con bruciatore disattivato e forno freddo.

10.4     Ogni bruciatore deve essere provvisto di dispositivi di regolazione controllo e di sicurezza certificati, ogni bruciatore deve essere installato correttamente per evitare ogni tipo di incidente da trasmissione di calore da fiamma verso l’operatore o attrezzature, durante il suo funzionamento un impianto di combustione può essere pericoloso e causare danni a cose e persone.

10.5     Le indicazioni riportate nel presente manuale non esonerano l’utilizzatore dall’osservanza delle disposizioni di legge, concernenti la prevenzione degli infortuni e l’igiene e salvaguardia dell’ambiente.

10.6     Il contenuto del presente manuale, al fine di assicurare una perfetta e sicura gestione, deve essere portato a conoscenza e far rispettare scrupolosamente a tutto il personale preposto al controllo e esercizio del bruciatore.

10.7     Qualsiasi riparazione o modifiche eseguite da terzi può compromettere la sicurezza dell’applicazione, facendo di fatto decadere automaticamente le condizioni generali di garanzia.

10.8     PERICOLO DI INTOSSICAZIONE: Aprire l’alimentazione del gas e dell’aria di combustione in modo che il bruciatore funzioni sempre con un eccesso d’aria, in caso contrario si ha formazione di CO nel forno, il monossido di carbonio è inodore ed è tossico, effettuare le analisi dei gas di scarico della combustione.

10.9     PERICOLO di morte, togliere la tensione delle linee elettriche prima di intervenire sulle parti collegate alla corrente.

10.10 PERICOLO DI USTIONI i gas di scarico in uscita e i componenti del bruciatore sono caldi.

10.11 PERICOLO DI ESPLOSIONE: durante il riempimento di gas della conduttura del bruciatore, usare la dovuta cautela e farlo sfiatare all’aperto, dove non ci siano pericoli di sorta, non convogliare i volumi di gas di prova nel forno.

10.12 PERICOLO DI ESPLOSIONE: All’accensione del bruciatore attenersi alle misure precauzionali!

 

 

 

 

 

 


 

11.   DICHIARAZIONE DI INCORPORAZIONE

 

                         GENERAL COMBUSTION FORNI Srl

 

                                                                                                     via MonteGrappa 14f-24060 Rogno (BG)

                                                                                                   Tel. 35 967982          fax – 035 4340295   

                                                                                                          Partita I.V.A.  03173510169

 

Dichiarazione di incorporazione secondo la direttiva “macchine 2006/42 CE” allegato II n.1B

 

 Prodotto

 

Descrizione                    bruciatore per gas rigenerativo fiamma lunga verticale

Tipo                               BRRHVO-1000

 

Il bruciatore BRRHVO-1000 è considerato come una quasi macchina ai sensi dell’articolo 2g ed è stato progettato esclusivamente per l’installazione o con un’altra macchina o altre apparecchiature.

 

Sono applicabili e sono stati soddisfatti i seguenti essenziali requisiti di sicurezza e di salute conformemente all’allegato 1 della presente direttiva.

 

Allegato 1 articolo : 1.1.3,  1.1.5,  1.3.2,  1.3.4,  1.5.2,  1.7.4

 

La documentazione tecnica pertinente è stata compilata in conformità con la parte B dell’allegato VII e sarà inviato alle competenti autorità nazionali su richiesta come file digitale

 

Sono state applicate le seguenti norme armonizzate

 

EN 746-2:2011- apparecchiature industriali di processi termici, requisiti di sicurezza per la combustione e sistemi di gestione del combustibile.

 

EN ISO 12100:2010

 

Sicurezza del macchinario (ISO 12100:2010)

 

Principi generali di progettazione – Valutazione dei rischi e la riduzione dei rischi (ISO 12100:2010)

 

La quasi macchina può essere commissionata solo una volta che è stato stabilito che la macchina in cui il prodotto di cui sopra  deve essere incorporato sia conforme  alle disposizioni della Direttiva sulle  Macchine 2006/42/EC

 

Data                                                                         Omoboni Piera

15-05-2018                                                                     compilatore

 

Omoboni Piera è autorizzata a compilare la relativa documentazione tecnica secondo l’allegato VII B

 

12.   SMALTIMENTO

 

Per lo smaltimento del prodotto attenersi alle legislazioni locali in materia.

 

 

13.   MANUTENZIONE ORDINARIA

 

13.1     Fare attenzione i gas di scarico e il corpo bruciatore sono caldi pericolo di ustioni, indossare guanti protettivi e indumenti adeguati.

13.2     Togliere tensione dall’impianto.

13.3     Interrompere l’alimentazione del gas e dell’aria.

13.4     Controllo visivo condizioni  bruciatore, tipo fissaggio corretto bruciatore, bloccaggio flessibili di alimentazione gas e aria comburente, collegamenti elettrici fotocellula se presente e elettrodo accensione.

13.5     Pulizia vetrino fotocellula (se presente), operazione da effettuare con impianto spento, seguire scrupolosamente le istruzioni del prodotto.

13.6     Lavaggio sfere allumina o alveoli.

13.7     All’avvio forno ripetere scrupolosamente tutte le sequenze riportate nel capitolo accensione e taratura, importante  ricontrollare rapporto aria :gas con analisi gas di scarico, l’impianto deve sempre funzionare in eccesso d’aria per evitare emissioni di Co che è incolore e inodore e fortemente tossico.

 

 

14.   MANUTENZIONE STRAORDINARIA

 

     Per una corretta manutenzione del bruciatore seguire scrupolosamente le seguenti istruzioni.

14.1     Operare sempre con impianto spento e forno freddo.

14.2     Manutenzione per blocco bruciatore, fare riferimento al dispositivo di controllo bruciatore per individuarne la causa, le principali casistiche possono essere le seguenti:

·   Sostituzione elettrodo di accensione, verificare che il trasformatore di accensione non sia alimentato, disconnettere il cavo di alta tensione scollegando il connettore isolante dall’elettrodo, svitare la ghiera di fissaggio ed estrarre l’elettrodo, inserire l’elettrodo nuovo verificando che il finale dello stesso si posizioni centralmente al foro posto sul ritentore fiamma, bloccare la ghiera di fissaggio, ricollegare il connettore isolante all’elettrodo controllando il corretto collegamento con il cavo di alta tensione.

·   Sostituzione fotocellula, seguire scrupolosamente le istruzioni sul manuale del componente.

·   Mancata accensione dovuta alla mancanza di fiamma durante la fase di avviamento, le cause possono essere le seguenti:

A)     Mancanza di scarica elettrica:

·         trasformatore di accensione non alimentato o fuori uso, controllare se viene correttamente alimentato e in caso sostituirlo con uno nuovo

·         elettrodo guasto o non in posizione corretta, riposizionarlo correttamente o in caso sostituirlo con uno nuovo, facendo attenzione al corretto posizionamento centrale al foro posto sul piattello ritentore.

B)    Cattiva regolazione portate combustibile e comburente, controllare i flussi  utilizzando le apposite prese di pressione poste sulla testata del bruciatore regolando le pressioni  in base alla potenza come da tabella (BRRHVO-1000-1).

C)    cattivo funzionamento rilevazione fiamma, con bruciatore monoelettrodo elettrodo guasto o non in posizione corretta, riposizionarlo correttamente o in caso sostituirlo con uno nuovo, facendo attenzione al corretto posizionamento centrale al foro posto sul piattello ritentore, o cavi interrotti,   rilevazione con fotocellula la causa potrebbe essere, sonda guasta, sostituire la fotocellula seguendo scrupolosamente le istruzioni sul catalogo del componente, vetrino sporco, pulire il vetrino seguendo scrupolosamente le istruzioni sul catalogo del componente,  cavi interrotti  sostituire il cavo interrotto con uno adeguato.

D)    Nei caso posizione (A) e (B) la fiamma non si innesca, mentre nel caso posizione (C) la fiamma si innesca ma il dispositivo di controllo fiamma non la rileva.

 

 

15.   NOTE GENERALI

 

15.1     GENERAL COMBUSTION FORNI Srl si riserva il diritto di modificare senza preavviso e in qualsiasi momento le caratteristiche tecniche del medesimo, in base al miglioramento della qualità del prodotto.


 

 

16.   PIANO DI MANUTENZIONE

 

DESCRIZIONE

TIPO

TEMPISTICA

NOTE

ELETTRODO ACCENSIONE

ORDINARIA

ANNUALE

SOSTITUIRE NEL CASO IN CUI IL TERMINALE SIA CONSUMATO

CONNETTORE ALTA TENSIONE

ORDINARIA

ANNUALE

VERIFICARE INTEGRITA’

CONO DIFFUSORE

ORDINARIA

ANNUALE

VERIFICARE INTEGRITA’ E PRESENZA DI CREPE AD OGNI FERMATA DEL FORNO

FOTOCELLULA

ORDINARIA

10.000 h DI FUNZIONAMENTO

NON OLTRE 2 ANNI

VETRINO FOTOCELLULA

ORDINARIA

2 MESI

SEGUIRE ISTRUZIONI MANUALE DEL PRODOTTO

PARTE INTERNA BRUCIATORE

ORDINARIA

ANNUALE

VERIFICARE INTEGRITA’ CANOTTO E RITENTORE FIAMMA

FLESSIBILI GAS

ORDINARIA

ANNUALE

SEGUIRE ISTRUZIONI MANUALE DEL PRODOTTO

FLESSIBILI ARIA COMBURENTE

ORDINARIA

ANNUALE

SEGUIRE ISTRUZIONI MANUALE DEL PRODOTTO

SOSTITUZIONE GUARNIZIONI

ORDINARIA

ANNUALE

CON BRUCIATORE FREDDO

TARATURA BRUCIATORE

ORDINARIA

SEMESTRALE

VEDI PARAGRAFO 8

LAVAGGIO GENERATORE

ORDINARIA

SEMESTRALE

CON ACQUA

 

TABELLA BRRHVO-1000-8

 


 

 

17.   DIMENSIONI INGOMBRO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

18.   PARTICOLARI SIGLA ORDINAZIONE                                                                                                  .                         

 

                          

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                      Tabella distinta componenti

 

 

Articolo n°

Codice G.C.F

Descrizione

Q.tà

1

BRRHVO-1000.4 CF

CONTRO FLANGIA CONO BRUCIATORE

1

2

BRRHVO-1000.1

CONO BRUCIATORE

1

3

BRRHVO-1000.2

CORPO SUPERIORE BRUCIATORE

1

4

BRRHVO-1000.3

CORPO INFERIORE BRUCIATORE

1

5

HONEYCOMB100X100Xh200

MATTONE ALVEOLARE HONEYCOMB

48

6

BRRHVO-1000.4

COPERCHIO LATERALE BRUCIATORE

1

7

PER PER MANIGLIA M20

Perno Ø20 l=60 con cava per seeger

1

8

BRRHVO-1000.BF

Barra per maniglia M20 L=370

1

9

GN 99.7-40-M20

Maniglia doppia Elesa M20 GN 99.7-40-M20

1

10

BRP 1000-1400-AC

Bruciatore pilota

1

11

GLFF M24

Golfare femmina M24 DIN582

4

12

NPP1-4 A SC

Nipplo a sede conica MM Ø1/4" in acciaio

1

13

MAN1-4LA

Manicotto nero filettato Ø1/4" serie leggera in acciaio

1

14

NPP1 1-2 A SC

Nipplo a sede conica MM Ø1"1/2 in acciaio

1

15

RAS 1/4" - ø6

Raccordo a stringere 1/4" - Ø6

2

16

FTCUVS

Fotocellula UVS - 10D0G1

1

17

TUBO RAME

TUBO RAME  Ø6

1

18

BRRHVO-1000.TF

TRONCHETTO FOTOCELLULA Ø1/2"

1

19

NPP2SCA

Nipplo a sede conica MM2" in acciao

1

20

RNDM21X50

RONDELLA PIANA 21X50

1

 

 

TABELLA BRARHV-9